Chiavi di Consapevolezza 4 – Persistenza del Contatto



La persistenza del Contatto porterà a un graduale ampliamento e arricchimento dei nostri modi di percepire che si risolverà in una “graduale armonizzazione del nostro Transe scandito da salti verticali nel nostro modo di organizzare la percezione”. Potremmo anche spingerci ad azzardare il seguente principio generale che ci piace definire «Principio della Naturalezza Naturale»: In ogni «campo di coscienza» che percepisce, dotato del livello di complessità necessario (cioè in ogni essere umano), se si mantiene con fermezza il Contatto per un tempo sufficiente (Persistenza del Contatto), l’organizzazione della percezione inizialmente si svolgerà secondo una modalità lineare nella quale l’osservatore inerente al campo percepirà i dati provenienti dal mondo esterno e dal proprio mondo interiore con ricchezza e profondità via via crescenti. Si realizzerà poi un salto verso una modalità olistica nella quale l’osservatore osservando se stesso percepire, coglierà la pienezza del processo nella sua interezza, e infine “un ulteriore salto nel quale i confini tra osservatore e cosa osservata si dissolveranno nella pura e semplice essenza” (Padronanza del Transe).

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *