Chiavi di Consapevolezza 3 – Il modo ulteriore



Realizzare il Modo Ulteriore significa entrare nel flusso dell’esistenza, restare in contatto e dirigere la consapevolezza nella direzione complementare al flusso.

 

Significa, pertanto, lasciar muovere ciò che è fermo, conferire fermezza a ciò che si muove, lasciar uscire ciò che è dentro, svuotare il pieno e riempire il vuoto, andare verso venendo via, salire in alto lasciandosi andare, riunificare separando e via di seguito.
Così facendo noi potremo creare le condizioni per superare ogni conflitto che è, appunto, contrapposizione di due forze opposte.
Facendo «del due l’uno» noi potremo trascendere la condizione egoica della nostra mente duale e liberarci gradualmente della nostra storia personale «trasformando ogni nemico in alleato, ogni sintomo in messaggio, ogni accadimento in insegnamento, ogni forza nella nostra forza».
Mediante il Modo Ulteriore noi potremo trattare ogni evento, sia esso un’emozione o un desiderio, un pensiero che ci ossessiona o l’angelo custode, un’immagine interna o la persona amata, il mal di testa o la gioia, come un’entità con la quale è possibile entrare in Transe, consentendo così la «trasformazione di un processo di coscienza».

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *